Communic@ction – Parlare in Pubblico

World IT

Supplemento al corso Communic@ction

Una giornata dedicata ad approfondire gli aspetti particolari della comunicazione ad una platea numerosa. Analisi dello stile di comunicazione di personaggi pubblici, scoperta e potenziamento del proprio stile. Metodo totalmente esperienziale. Utilizzo esteso della videoripresa.

 

 

 

 

 

 

Ulteriori informazioni

Comunicare in Pubblico

Obiettivo: conoscere i fondamenti della comunicazione interpersonale, che valgono sia quando si parla ad un pubblico ampio sia quando si interagisce con poche persone intorno ad un tavolo. Esplorare i meccanismi profondi che condizionano i nostri comportamenti sociali, scoprire il peso determinante della elaborazione emozionale rispetto a quella razionale. Riconoscere il linguaggio non verbale e il disallineamento con quello verbale. Conoscere e utilizzare le tecniche per ottenere e mantenere l’attenzione di una platea vasta.

 

Contenuti

(vengono ripresi brevemente i principi base della comunicazione interpersonale)

Come comunicano (e non comunicano) attori, politici, professionisti

La pubblicità come sintesi estrema della comunicazione efficace

Quando il pubblico è costituito da una persona, quando da mille

La neurofisiologia del nostro cervello

Come prepararsi ad un intervento pubblico

La curva dell’attenzione. Creatività e accorgimenti per tenere agganciato l’ascoltatore

Parlare a uno – parlare a tutti

L’ansia e il panico quando si deve “parlare in pubblico”

La gestione del tempo nella comunicazione ad un pubblico ampio

Il controllo del linguaggio non verbale – la gestualità

L’uso efficace dei supporti audiovisivi

Dalla incompetenza inconscia alla competenza inconscia

 

Laboratorio

Analizzare lo stile di comunicazione di attori, politici, manager.

Analizzare una selezione di spot pubblicitari, che in 30-60 secondi agganciano lo spettatore, raccontano una storia, suscitano emozioni saldandole con un processo inconscio al prodotto da vendere.

 

Palestra (a titolo di esempio)

Una autopresentazione videoregistrata di 120 secondi

La presentazione di una idea innovativa in meno di 3 minuti

Verifica immediata delle competenze acquisite da parte del protagonista e del gruppo