Team Coaching

World ITUn percorso di crescita di gruppo. Adatto ad accelerare la formazione di uno spirito di corpo orientato agli obiettivi di un nuovo progetto, a migliorare la collaborazione dei componenti di un ufficio, a smussare le asperità di un processo produttivo, ad accelerare l’accettazione attiva di una riorganizzazione.

Durata e dimensione del progetto, con il relativo investimento, sono definite da un assessment della realtà aziendale e della tipologia di intervento.

Il team coaching pur consentendo una fruizione autonoma, è un componente essenziale di un progetto di supporto ai processi di cambiamento.

 

 

Ulteriori informazioni

Il fattore U (umano) nei processi di cambiamento

Ogni volta che un’azienda affronta un progetto di innovazione, una riorganizzazione, un processo di adeguamento a leggi, norme, standard qualitativi, la maggior parte dell’attenzione viene riservata alle tecnologie, ai prodotti, alle procedure, alla consulenza tecnica. E’ ben noto che nessun cambiamento ha successo se non viene accettato e interiorizzato da chi ha la responsabilità, a tutti i livelli, di farlo funzionare. Ma stranamente questo fatto del tutto ovvio trova scarsa attenzione nell’allocazione delle competenze e delle risorse in fase di progetto.

E’ facile trovare nella pianificazione la voce “formazione”. Sovente si tratta di normale addestramento (al nuovo strumento, alla procedura, alla compilazione di documenti). Quando ci si rende conto delle implicazioni connesse alla comunicazione, al superamento di resistenze al cambiamento, si aggiunge occasionalmente al budget una modesta somma per mandare qualcuno a “corsi intensivi”, “week end di full immersion” su temi “soft” come leadership, creatività, team building. Quando va bene il risultato si ottiene con fatica, ritardi, costi non previsti. Quando va male l’operazione fallisce, magari silenziosamente come nel caso di introduzione di standard che diventano un aggravio di tempi e di costi senza produrre gli effetti desiderati.

Le cause più comuni di fallimento di un processo di cambiamento in una organizzazione sono:

  • scarsa convinzione – e coinvolgimento – del management
  • introduzione del nuovo senza modifiche all’organizzazione esistente
  • mancanza di comunicazione a tutti i livelli interessati al cambiamento
  • scarsa trasparenza sugli obiettivi e sul percorso
  • sottovalutazione delle resistenze al cambiamento

la risposta consiste in un percorso di affiancamento e sviluppo delle competenze relazionali alle popolazioni aziendali coinvolte in processi di cambiamento. Questo nella consapevolezza che molto sovente – noi sosteniamo: sempre – qui si concentrano le cause di un insuccesso.

Le attività e gli strumenti a disposizione per il successo di un progetto di cambiamento sono:

  • Assessment – analisi del contesto, individuazione degli attori chiave
  • Piano di comunicazione – quando, a chi, come
  • brevi seminari per l’acquisizione del consenso delle popolazioni aziendali interessate dal progetto
  • team building – trasformare gli individui coinvolti nel progetto in un gruppo coeso, collaborativo e orientato al risultato
  • affiancamento alle fasi progettuali con strumenti di sviluppo delle competenze relazionali
  • coaching individuale – riservato a figure chiave, orientato alla crescita personale nelle competenze manageriali

La selezione degli strumenti – quali, quanti, verso chi, con quale intensità e durata – va personalizzata e dipende dalla strategicità, difficoltà e dimensione del progetto. l’investimento richiesto è proporzionato alla complessità e durata del progetto e viene stabilito di volta in volta